Cure e rimedi naturali con la Cataria

Cataria
© Photo by D. Gordon E. Robertson

Proprietà naturali della Cataria

antispasmodico, carminativo, emmenagogo, stomachico, tonico, vunerario.

Parti utilizzate della Cataria

sommità fiorite (giugno-settembre), pianta intera (estate).

Elementi estratti dalla pianta della Cataria

carvacrolo, timolo, nepetalattone, acido nepetalico.

Cure e rimedi con la pianta della Cataria

Descrizione della pianta della Cataria

Dal profumo che ricorda quello della menta, a differenza della valeriana, con stessa prerogativa ma dal profumo poco gradevole, questa pianta attira i felini. Infatti il nome della specie, cataria, deriva dal latino catus, gatto.
Da molto tempo coltivata proprio per uso terapeutico, la pianta di cataria è originaria delle regioni orientali mediterranee ma diffusa oramai un po' ovunque. Cresce benissimo sulle macerie, luno le scarpate, vicino alle siepi, in collina, soprattutto in Italia del nord, più rara dall'Emilia verso suid e del tutto assente nelle isole.
Molto somigliante alla melissa, si distingue per i suoi fiori rosa a grappoli terminali e per il labbro inferiore dentato e incavato delle loro corolle.
Ha proprietà calmanti e digestive e si fanno ottime tisane. Può essere un buon rimedio in caso di mal di denti masticando qualche foglia. In America, sono in commercio sigarette di foglie essiccate di cataria, contro il singhiozzo.

Nomi comuni della Cataria

Erba gattaia, Menta selvatica, Menta dei gatti, Gattaria, Erba gatta, Menta Cataria, Erba dij gat, Ortica pelosa

Nome scientifico della Cataria

Nepeta cataria L.

Galleria immagini della Cataria

Il botanico che ha classificato la Cataria

Classificazione della Cataria

Riconoscere la pianta della Cataria

da 50 cm a 1 m. perenne, fusto villoso, grigiastro, eretto e ramificato; foglie picciolate, larghe (2-5 cm), crenate, dentate, verde grigiastro sopra, biancastre sotto; fiori bianchi picchiettati di porpora (giugno-settembre), in verticilli ravvicinati, calice peloso quasi eretto a 5 denti triangolari, corolla poco sporgente dal calice, con labbro superiore diritto a 2 lobi, labbro inferiore concavo a 3 lobi, 4 stami di cui 2 più lunghi; 4 acheno trigoni, bruni, lisci. Odore forte somigliante a quello della menta; sapore amaro, intenso e acre.

Habitat della Cataria

frequente nell'Italia settentrionale, dove è abbastanza diffusa anche allo stato spontaneo; non è presente nelle Isole.

Altre piante nella famiglia delle Labiate

Cure e rimedi naturali con le erbe

Artritismo

Cos'è l'artritismo e perche si manifesta? Le cure con frutta e verdura  

Pediculosi

Fastidiosi pidocchi. Ecco le soluzione dalle piante medicinali.  

Sudorazione

Combattere una sudorazione eccessiva o stimolarla: le erbe che aiutano  

Chinetosi

Come attenuare questo malessere con i rimedi naturali.  

Coliche

Coliche addominali e intestinali, sintomi e cure naturali.  

Acne

Consigli su come prevenire e curare l'acne giovanile naturalmente.