Cure e rimedi naturali con l'Ammi

Foto ammi

Proprietà naturali dell'Ammi

carminativo, digestivo, emmenagogo.

Parti utilizzate dell'Ammi

semi (giunti a maturazione); essiccare all’ombra.

Elementi estratti dalla pianta dell'Ammi

un glucoside, composto cumarinico, ammoidina.

Cure e rimedi con la pianta dell'Ammi

Descrizione della pianta dell'Ammi

L’Ammi è una Ombrellifera assai facile da conoscere per le sue foglie nettamente differenti le une dalle altre. Quelle poste alla base sono simili alle foglie di trifoglio mentre quelle superiori sono incise in segmenti molto stretti. Il nome del genere Ammi deriva dal greco ammos, sabbia, il che indica il tipo di terreno che la pianta ricerca e predilige nelle regioni meridionali.

Si ignora l’origine dell’Ammi; pare che nel XVI secolo, fosse chiamata Ammi una specie egiziana similare, la visnaga, che ha però foglie tutte a segmenti. Quest’ultima, originaria dell’India e dell’Etiopia e naturalizzata in Egitto, Algeria e Marocco, è descritta nell’elenco delle piante esotiche.

I semi, giunti a maturazione, costituiscono la parte attiva dell’Ammi. Il maggiore interesse dipende, attualmente, dalla sua proprietà e azione fotosensibilizzante, dovuta alla ammoidina. Gli arabi si valgono di questa proprietà per trattare la depigmentazione cutanea, la vitiligine. Alcuni utilizzano l’ammi per accelerare l’abbronzatura dell’epidermide, ma questo trattamento comporta qualche rischio. 

Attenzione!

attenzione alla fotosensibilazzazione.

Nomi comuni dell'Ammi

Capo bianco, Rindomolo, Rizomolo, Sponsa, Accitieddo, Letitera, Galliotu

Nome scientifico dell'Ammi

Ammi majus L.

Galleria immagini dell'Ammi

Il botanico che ha classificato l'Ammi

Classificazione dell'Ammi

Riconoscere la pianta dell'Ammi

da 20 a 80 cm. annuale, fusto glabro, glauco, slanciato, fiorifero, ramoso, striato; foglie dentellate, a sega (seghettate), quelle alla base divise in segmenti de-trilobati, ovali, quelle caulinari in segmenti stretti, quelle superiori in segmenti nastriformi; fiori bianchi (luglio-settembre), in ombrelle molto folte, fino a 80 raggi, con grandi involucri di brattee incise, filiformi e nastriformi, 5 petali caduchi, incavati; frutto ovoidale oblungo. Odore debole, tenue; sapore acre, piccante.

Habitat dell'Ammi

Europa meridionale occidentale, regioni sabbiose, campi, colture di trifoglio e di erba medica; fino a 800 m.

Altre piante nella famiglia delle Ombrellifere

Cure e rimedi naturali con le erbe

Morsicature

In attesa del medico, un sollievo dalle piante con i rimedi naturali.  

Febbre

Febbre? Un valido aiuto dalle piante con i rimedi naturali.  

Cefalea

Riconoscere il tipo di cefalea e i rimedi naturali.  

Artrite

Articolazioni doloranti? Ecco i nostri consigli contro l'artrite  

Digestione

Cattiva digestione? La soluzione con l'aiuto delle piante  

Seno

Come avere un seno tonico abbinando piante, ginnastica e docce fredde