Cure e rimedi naturali con il Prugnolo

Prugnolo

Proprietà naturali del Prugnolo

astringente, depurativo, diuretico, lassativo, sudorifero, tonico.

Parti utilizzate del Prugnolo

corteccia, foglie, fiori (in bocciolo), frutti (in autunno).

Costituenti del Prugnolo

tannino, glucosidi, cianogenetici, vitamina C.

Cure e rimedi con la pianta del Prugnolo

Descrizione della pianta del Prugnolo

A inizio primavera i prugnoli formano dei cespugli ricchi di fiori bianchi molto decorativi e, spesso, di nidi di uccelli. Sono piante molto rustiche, adatte per sistemare scarpate e arricchire pendici incolte. Vivono in media 60-70 anni, come il lampone. I frutti del prognolo sono piccole drupe verdi, che poi diventano blu, con epicarpo pruinoso quando sono mature e non sono commestibili; sono molto aspri. Le prime gelate rendono più dolci questi frutti con i quali si possono poi preparare liquori o acquavite; hanno proprietà astringenti, sia se sono maturi, sia se sono verdi, freschi o essiccati. Anche i fiori vengono utilizzati, insieme con la corteccia e le foglie; contengono tutti una sostanza che produce acido cianidrico, dal caratteristico sapore di mandorla amara che si riscontra, soprattutto, nei fiori. Pertanto si devono rispettare scrupolosamente le dosi prescritte per ogni parte di pianta da utilizzare. 
I fumatori di pipa, a volte, mescolano foglie essiccate di prugnolo con il tabacco.

Attenzione!

per la corteccia, i fiori e le foglie, non superare mai le dosi.

Nomi comuni del Prugnolo

Pruno spinoso, Pruno di macchia, Prugnolaro, Brugnoel, Brignette, Beregna

Nome scientifico del Prugnolo

Prunus spinosa L.

Galleria immagini del Prugnolo

Il botanico che ha classificato il Prugnolo

Classificazione del Prugnolo

Riconoscere la pianta del Prugnolo

da 1 a 3 m. arbusto cespuglioso, rami distesi, pubescenti da giovani, poi neri lucidi; rametti spinosi portanti gemme e foglie; foglie verde scuro, piccole, ovali, dentate, prima pubescenti, poi glabre, con picciolo corto e stipola pelosa; fiori bianchi macchiati di rosa (marzo-aprile), prima dello spuntare delle foglie, numerosi, piccoli, peduncolati, 5 sepali a campana, 5 petali bianchi, 1 stilo, numerosi stami; drupa blu-nerastra, glabra ricoperta da una pruina cerosa, con nocciol globoso quasi liscio; ceppo con polloni. Odore gradevole; sapore asprigno.

Habitat del Prugnolo

comune in tutta Italia, Penisole e Isole maggiori; fino a 1.600 m.

Altre piante nella famiglia delle Rosacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Varici

Un valido aiuto dalle erbe medicinali per le vene varicose.  

Comedone

Comedoni: lozioni e maschere con le piante medicinali.  

Sudorazione

Combattere una sudorazione eccessiva o stimolarla: le erbe che aiutano  

Prurito

Ecco come le piante aiutano ad attenuare il prurito.  

Reni

Per chi soffre di problemi ai reni, ecco come risolverli con le piante  

Congiuntivite

Bruciore, prurito, arrossamenti. Ecco come curare la congiuntivite.