Cure e rimedi naturali con il Migliarino

Cure e rimedi naturali con il Migliarino
© Photo by Bogdan Giuşcă

Proprietà naturali del Migliarino

diuretico.

Parti utilizzate del Migliarino

frutti, foglie, sommità fiorite (luglio-agosto).

Elementi estratti dalla pianta del Migliarino

sali minerali, mucillagine, pigmenti.

Cure e rimedi con la pianta del Migliarino

Descrizione della pianta del Migliarino

Per molto tempo si credeva che le parti utili di questa pianta fossero i frutti, madreperlacei e duri come perle, i soli efficaci per sciogliere i calcoli. Nel corso dei secoli, tuttavia, né l'empirismo né gli studi sistematici hanno potuto confermare le proprietà dissolventi dei frutti in caso di calcolosi. Invece, questa pianta è risultata molto efficace per curare altri disturbi renali e urinari. Inoltre, gli studi fatti su una specie esotica, il Lithospermum ruderale L., adoperata dagli Indiani come contraccettivo, ha permesso di appurare che, in realtà, la pianta contiene sostanze inibitrici di alcuni ormoni ipofisari. Con le foglie e le sommità fiorite del migliarino si può preparare un tè molto rinfrescante, da non confondere con il tè d'Europa, che si prepara con una specie congenere, il Lithospermum purpureocaeruleum L., a grandi fiori che da rossi diventano azzurri.

Nomi comuni del Migliarino

Litospermo, Erba delle perle, Mej salvaj, Avemarie, Mej salvadgh, Erba cavrara, Seme santo, Lacrimas della Madonna

Nome scientifico del Migliarino

Lithospermum officinale L.

Galleria immagini del Migliarino

Il botanico che ha classificato il Migliarino

Classificazione del Migliarino

Riconoscere la pianta del Migliarino

da 40 a 80 cm. perenne, fusto eretto, robusto, coperto di peli, ramificato; foglie verde scuro sopra, più chiare sotto, alterne, sessili, lanceolate, ruid, pelose, nervature laterali evidenziate sulla pagina inferiore; fiori bainco-crema (giugno-luglio), piccoli, in lunghi grappoli fogliosi su 2 ranghi, calice peloso a 5 divisioni, corolla tubolare pelosa, a 5 lobi, che oltrepassa di poco il calice, 5 stami interni al tubo della corolla; tetrachenio bianco, duro, madreperlacero, lucido; ceppo spesso quasi legnoso. Odore nullo; sapore astringente (pianta), dolciastro (frutto).

Habitat del Migliarino

nei terreni calcarei un po' ovunque; fino a 1.200-1.400 m.

Altre piante nella famiglia delle Borraginacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Singhiozzo

Quando il diaframma fa i capricci: ecco le soluzioni naturali.  

Escara

Escara: cos'è e come si forma? Scopri i nostri rimedi naturali.  

Acufene

Acufene. scopri come curare quel fastidioso fischio all'orecchio  

Stomaco

I nostri consigli e rimedi naturali per crampi, gastralgie e atonia.  

Fegato

Mantenere un fegato sano con le piante medicinali. Funzioni e cure.  

Malaria

China: antimalarica per eccellenza. Scopri come ridurre la febbre.