Cure e rimedi naturali con la Salvia sclarea

Salvia sclarea

Proprietà naturali della Salvia sclarea

antispasmodico, antisudorifero, detergente, emmenagogo, stimolante.

Parti utilizzate della Salvia sclarea

foglie (prima della fioritura), sommità fiorite, semi.

Elementi estratti dalla pianta della Salvia sclarea

olio essenziale, tannino, una saponaria, colina, un glucoside, mucillagine.

Cure e rimedi con la pianta della Salvia sclarea

Descrizione della pianta della Salvia sclarea

La salvia sclarea è una stupenda pianta perenne, vigorosa, con grandi foglie ovali e fiori rosa a labbro più pallido con brattee a forma di cuore. La pianta è vischiosa al tatto, emana un caratteristico profumo di mischio e predilige luoghi collinosi aridi. Nell'antichità era conosciuta quanto la Salvia officinalis L. 
L'industria, oggi, la utilizza per l'estrazione della sua essenza. In fitoterapia la sclarea viene usata come emmenagogo e stimolante; efficace anche in caso di affaticamento. I semi della sclarea, come quelli del migliarino, contengono mucillagine e si usano per eliminare corpi estranei dagli occhi; applicati sotto la palpebra, si gonfiano, fanno lacrimare l'occhio trascinando così all'esterno il corpo estraneo.

Nomi comuni della Salvia sclarea

Chiarella maggiore, Amarella, Moscatella, Trippa madama, Tutta buona, Erba salamanna, Erva di Santa Lucia, Salvione

Nome scientifico della Salvia sclarea

Salvia sclarea L.

Galleria immagini della Salvia sclarea

Il botanico che ha classificato la Salvia sclarea

Classificazione della Salvia sclarea

Riconoscere la pianta della Salvia sclarea

da 30 cm a 1,20 m. perenne, fusto robusto, quadrato, peloso, ramoso; foglie picciolate, grandi, ovali a cuore, rugose, pelose grigiastre crenate, gibbose, segnate da nervature sporgenti; fiori bianchi, tinteggiati di rosa o di blu (maggio-settembre), in spighe di verticilli, che formano una pannocchia densa e vischiosa, con grandi brattee rosa-violacee, a cuore, con bordi cigliati, calice spinoso bilabiato, corolle lunghe, glandolose, bilabiate, labbro superiore come una falce, inferiore ripiegato, 2 stami; tetrachenio bruno, lucido, semi brillanti; ceppo perenne, radice fittonante. Odore aromatico, muschiato; sapore caldo, acre.

Habitat della Salvia sclarea

non è frequente, tuttavia è presente dal mare alle colline nei terreni sassosi e aridi; fino a 1.000 m.

Altre piante nella famiglia delle Labiate

Cure e rimedi naturali con le erbe

Intestino

Problemi intestinali? Ecco i consigli per risolverli.  

Orzaiolo

I nostri consigli per ovviare a questo piccolo disturbo.  

Anemia

Soluzioni naturali con le erbe per chi soffre di anemia.  

Aerofagia

Un aiuto concreto dalle piante medicinali per questo fastidio disturbo  

Reumatismi

Reumatismi: i cibi benefici, i cataplasmi e le altre cure naturali.  

Unghie

I segreti per avere unghie belle e sane naturalmente.