Cure e rimedi naturali con l'Argentina

Foto Argentina

Proprietà naturali dell'Argentina

antispasmodico, astringente, stomachico, tonico.

Parti utilizzate dell'Argentina

fiori, foglie, radici (alla fioritura).

Elementi estratti dalla pianta dell'Argentina

tannino, un flavone, resina, amido, colina.

Cure e rimedi con la pianta dell'Argentina

Descrizione della pianta dell'Argentina

Esistono numerose specie di Potentilla e quelle erbacee assomigliano alle piante di fragola spontanee nei boschi, ma soltanto tre sono le uniche ad avere proprietà medicinali e precisamente: il cinquefoglio, la tormentilla e l’argentina, (vedi foto sotto). Il nome del genere deriva dal latino pontes, potente; infatti, l’azione è energica; il nome della specie deriva dal latino anser, oca, traducibile in erba per le oche. L’argentina, piccola pianta perenne, vigorosa, setosa, forma spesso vaste macchie intorno a pozze d’acqua sulle aie delle case coloniche. E’ considerata erba infestante, ed è molto resistente anche se viene calpestata. Durante l’estate i suoi fiori solitari, giallo vivo, si aprono al mattino e si chiudono la sera o in caso di maltempo. Le oche non sono le sole a esserne avide; tuttli gli animali da cortile, i maiali e il bestiame in genere la mangiano volentieri. La radice dell’argentina, succhiata dai bambini, facilita la dentizione; ai meno giovani evita lo scalzamento dei deinti.

Attenzione!

da non preparare né conservare in recipienti di ferro.

Nomi comuni dell'Argentina

Anserina, Piè d’oca, Piè di gallo

Nome scientifico dell'Argentina

Potentilla anserina L.

Galleria immagini dell'Argentina

Il botanico che ha classificato l'Argentina

Classificazione dell'Argentina

Riconoscere la pianta dell'Argentina

da 20 a 40 cm. perenne, lunghi stoloni gracili; foglie radicali, talvolta verdi sopra, più spesso argentee, setose sulle due pagine, stipolate, lunghe, grandi, imparipennate, da 15 a 25 foglioline ineguali, a denti acuti; fiori giallo vivo (maggio-settembre), che spuntano sopra le rosette delle foglie dei ricacci, peduncolati, solitari, calice a 5 sepali, calicetto, 5 grandi petali distesi, numerosi stami, carpelli lisci; achenio ovoidale; rizoma legnoso che produce a livello dei nodi altri ricacci radicanti. Odore nullo.

Habitat dell'Argentina

terreni fertili, incolti, umidi; prati sulle Alpi e Appennino centro- settentrionale; fino a 1.700 m.

Altre piante nella famiglia delle Rosacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Edema

Gonfiore, ristagno dei liquidi nei tessuti, ecco i rimedi naturali.  

Urea

Cos'è l'urea? Come si cura? I segreti per eliminarla con le piante.  

Macchie cutanee

Attenuare le macchie cutanee si può: segui i nostri consigli.  

Patereccio

Scopri l'utilità delle piante nelle forme superficiali e benigne.  

Leucorrea

Cosa fare in caso di perdite bianche? I consigli utili dalla natura.  

Sete

Scopri quali frutti e quali erbe placano la sete.