Cure e rimedi naturali con il Ginepro

Ginepro

ProprietĂ  naturali del Ginepro

aperitivo, carminativo, depurativo, diuretico, emmenagogo, rubefacente.

Parti utilizzate del Ginepro

rami fogliosi, frutti; essiccare a strati sottili in ambiente aerato, rimuovere spesso, conservaione difficile.

Elementi estratti dalla pianta del Ginepro

olio essenziale, resina, glucidi, acidi organici.

Cure e rimedi con la pianta del Ginepro

Descrizione della pianta del Ginepro

Il ginepro è presente in Europa e può crescere fino a 2500 m di altitudine, ma in queste regioni, a causa del clima molto rigido,  assume un aspetto contorto e prostrato, diverso dalla specie. Nelle regioni con clima più favorevole si sviluppa rigoglioso e assume aspetti conforme alla specie.
Ha foglie verticillate, lineari, con apice acuto e pungente, che ne fanno una pianta ispida. I suoi frutti (glabuli) detti anche bacche, sono quasi perfettamente sferici e sono ricoperti di una patina opaca; impiegano due anni a maturare. Il nome della pianta è dato dal sapore di questi frutti, derivato da una parola celtica, juneprus, che significa acre.
Nel Medioevo queste false bacche, avevano la fama di guarigioni miracolose. Nel XVI secolo, erano considerate una panacea universale prodigiosa. Oggi, le bacche, vengono utilizzate come diuretico e aperitivo; sono anche l'elemento base nella preparazione del gim e servono per affumicare il prosciutto, dal quale conferiscono un sapore ineguagliabile. 

Attenzione!

In dosi forti i frutti possono irritare l'apparato urinario; sono vietati alle donne incinte.

Nomi comuni del Ginepro

Zinier, Coccole, Nietro, Janipru, Niperu, Zinèvro, Zanèvar, Zenèul, Inièpro, Inipru, Janíparo

Nome scientifico del Ginepro

Juniperus communis L.

Galleria immagini del Ginepro

Il botanico che ha classificato il Ginepro

Classificazione del Ginepro

Riconoscere la pianta del Ginepro

da 50 cm a 6 m. arbusto o alberello; tronco dalla corteccia rugosa, grigiastra, branche a fasci eretti, giovani rami a sezione triangolare; foglie verde glauco e biancastre, aghiformi e pungenti, inserite a tre a tre; fiori giallastri (aprile-maggio), dioici, poco visibili, raggruppati in piccoli amenti all'ascella delle foglie; bacche verdi (il primo anno) poi blu-nerastro (il secondo anno, a piena maturazione), ricoperte da una pruina opaca, portanti in cima una fessura a forma di stella, 3 semi triangolari. Odore resinoso; sapore dolciastro.

Habitat del Ginepro

ovunque; fino a 2.500 m.

Altre piante nella famiglia delle Cupressacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Stomaco

I nostri consigli e rimedi naturali per crampi, gastralgie e atonia.  

Ittero

Dopo una consultazione medica, i rimedi con le piante medicinali.  

Piedi

Piedi affaticati, doloranti, freddi e umidi. Ecco come fare.  

Dermatosi squamosa

Quali sono le cause e cosa fare in caso di dermatosi squamosa.  

Memoria

Perdita di memoria? Ecco come fare con i rimedi naturali.  

Affaticamento

I consigli per un carico di energia con le erbe officinali