Cure e rimedi naturali con l'Asaro

Cure e rimedi naturali con l'Asaro

Proprietà naturali dell'Asaro

emetico, espettorante, purgativo, starnutatorio.

Parti utilizzate dell'Asaro

foglie (estate), rizoma, fresco oppure raccolto da almeno 6 mesi (primavera o autunno).

Elementi estratti dalla pianta dell'Asaro

olio essenziale contenente asarone. 

Cure e rimedi con la pianta dell'Asaro

Descrizione della pianta dell'Asaro

L'asaro è una piccola pianta che cresce nel sottobosco di latifoglie. Fiorisce precocemente, alla fine dell'inverno e, sotto lucenti foglie reniformi, si trovano piccole campanelle solitarie. Se strizzata con le dita, la pianta emana un odore simile alla trementina e il suo sapore acre provoca la nausea. Il nome volgare starnudina richiama la proprietà sarnutatoria di questa pianta, che, inoltre, si usa come emetico. L'altro nome volgare erba pèvaro ne ricorda l'odore pepato. Se si prova a masticare un pezzetto di rizoma di asaro questo dà una sensazione di formicolio alla lingua e attenuandone la sensibilità, lasciando in bocca, dopo qualche tempo, un gusto dolciastro.
L'asaro è una pianta perenne ed ha un'azione energetica; infatti è emetico, purgativo, diuretico, espettorante e starnutatorio
Oltre alla sua prudente utilizzazione medicinale, l'asaro fornisce una bellissima tintura, per la lana, color verde mela.

Nomi comuni dell'Asaro

Renella, Beccaro, Asarabacca, Erba pèvaro, Erva bàccara, Erba renèla, Starnudina, Spigo selvatico, Mazzarello

Nome scientifico dell'Asaro

Asarum europaeum L.

Galleria immagini dell'Asaro

Il botanico che ha classificato l'Asaro

Classificazione dell'Asaro

Riconoscere la pianta dell'Asaro

da 10 a 15 cm. perenne, fusti lungamnete striscianti, semisotterranei, quelli aerei molto corti, squamosi; foglie verde scuro, lucenti e reniformi, con lunghi piccioli pelosi; fiori bruno porpora all'interno, bruno verdognolo all'esterno (marzo-maggio), solitari, poco visibili alla base delle foglie, a forma di campanelline vellutate e peduncolate; capsula coriacea, a 6 logge, contenenti ciascuna 2 ranghi di semi cavi; rizoma bruno, tortuoso. Odore specifico, pepato, canforato; sapore acre, nauseabondo.

Habitat dell'Asaro

Europa centrale, nei boschi delle Alpi e dell'Appennino centro-settentrionale; escluse le regioni costiere, nei terreni calcarei; fino a 1.700 m.

Altre piante nella famiglia delle Aristolochiacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Tosse

Ecco come far sparire la tosse in maniera del tutto naturale.  

Vescichetta biliare

Gli infusi e i decotti per regolarizzare il fusso biliare  

Eritema

Arrossamenti, irritazione. Dalle piante lozioni e pediluvio scozzese.  

Ipotiroidismo

Le laminarie: piante benefiche per la tiroide. Scopri i rimedi.  

Pelle

Prenditi cura della tua pelle con maschere, lozioni, infusi  

Convulsioni

Convulsioni in adulti e bambini: cosa fare?