Cure e rimedi naturali con il Polipodio

Polipodio

Proprietà naturali del Polipodio

colagogo, espettorante, lassativo, vermifugo.

Parti utilizzate del Polipodio

rizoma essiccato (marzo-aprile e settembre-ottobre); essiccare all'ombra o al sole.

Elementi estratti dalla pianta del Polipodio

essenza, lipidi, tannino, resina, una saponina, mucillagine, sali minerali.

Famiglia

Descrizione della pianta del Polipodio

Questa pianta fu descritta in modo preciso e inequivocabile da Dioscoride e Galeno, che in 2000 anni non hanno subito variazioni di rilievo. Il polipodio è un colagogo, un leggero lassativo e un vermifugo; il suo sapore di liquirizia lo rende ben accetto dai bambini. Questa graziosa felce è una delle rare specie europee e fa parte di un genere che ha alcune centinaia di specie sparse in tutto il mondo. Ha ciuffi vigorosi che ricoprono rocce, si insediano nelle spaccature dei tronchi delle querce  o ricoprono le somità di vecchi muri. Il polipodio, come tutte le altre felci, non fa né fiori, né polline, né semi e si riproduce per mezzo delle spore contenute nei sori, facilmente visibili in linee parallele sulla pagina inferiore delle foglie. I sori inizialmente sono gialli, poi divetano bruni e, una volta maturi, si aprono disseminando sul terreno le spore.

Nomi comuni del Polipodio

Felce dolce, Felce quercina, Polipodio aureo, Liquirizia di monte, Jerba dolce, Radis di solete, Regolezia

Nome scientifico del Polipodio

Polypodium vulgare L.

Il botanico che ha classificato il Polipodio

Classificazione del Polipodio

Riconoscere la pianta del Polipodio

da 10 a 50 cm. perenne, fronde inizialmente arrotolate come la cima del pastorale, un poco coriacee, allungate e triangolari, a picciolo articolato sul rizoma, divise 1 volta fino quasi alla nervatura centrale, con 20-40 segmenti lanceolati, dentati o no, pagina inferiore con sori lenticolari in 2 ranghi da una parte e dall'altra della nervatura, gialli, poi bruni, senza indusio; sporangi pedicellati, spore giallastre che si disseminano in primavera; rizoma orizzontale, speso, carnoso, strisciante, ricoperto da scaglie rosse, verdastro al taglio. Odore sgradevole; sapore di liquirizia.

Habitat del Polipodio

diffuso in tutta Italia, specialmente sui vecchi alberi e sui vecchi muri; fino a 2.000 m.

Altre piante nella famiglia delle polipodiacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Parto

I consigli per affrontare al meglio il momento del parto e subito dopo  

Colesterolo

Diminuisci il colesterolo naturalmente con erbe e piante  

Anemia

Soluzioni naturali con le erbe per chi soffre di anemia.  

Macchie cutanee

Attenuare le macchie cutanee si può: segui i nostri consigli.  

Sonno

Riacquista la calma per un sonno ristoratore con l'aiuto delle erbe.  

Febbre

Febbre? Un valido aiuto dalle piante con i rimedi naturali.