Cure e rimedi naturali con il Chenopodio

Cure e rimedi naturali con il Chenopodio
© Photo by T. Voekler

Proprietà naturali del Chenopodio

antispasmodico, digestivo, emmenagogo, tonico, vermifugo.

Parti utilizzate del Chenopodio

sommità fiorite, foglie essiccate.

Elementi estratti dalla pianta del Chenopodio

olio essenziale contenente ascaridolo, saponaria.

Descrizione della pianta del Chenopodio

Il chenopodio, importato dal Messico nel XVII secolo dai Gesuiti, viene coltivato come un succedaneo del tè, e da alcuni è preferito al tè. Pianta molto aromatica, dall'odore canforato, con fusti rossastri, si può associare alla menta e alla china.
Sotto alle foglie si trovano piccole glandole giallo oro che emanano un gradevole odore di limoncina.
Una specie americana similare, il Chenopodium ambrosioides L. ssp. anthelminticum, emana un odore assai sgradevole e viene usata come potente vermifugo; data la forte tossicità di questa pianta, è molto imporrtante distinguerla perfettamente. Il suo fusto è più vellutato, e raggiunge spesso l'altezza di un metro, ma l'odore, di per sé stesso, aiuta a evitare confusioni.
Il Chenopodio un tempo si usava contro disturbi nervosi, il ballo di S. vito, l'isterismo e alcune malattie di petto.
In Francia, si fabbrica, con il chenopodio, uno speciale liquore.

Nomi comuni del Chenopodio

Ambrosia, Tè del Messico, Tè dei Gesuiti, Tè sicilianu, Tè sardu

Nome scientifico del Chenopodio

Chenopodium ambrosioides L.

Galleria immagini del Chenopodio

Il botanico che ha classificato il Chenopodio

Classificazione del Chenopodio

Riconoscere la pianta del Chenopodio

da 30 a 60 cm. annuale, fusto eretto, striato di verde, spesso rosso e peloso alla base, ramificato; foglie obovali, intere o a denti irregolari e larghi, punteggiate, sotto, di glandole con essenza aromatica; fiori verdastri (luglio-ottobre), in pannocchie fogliose, poco visibili, perianzio a divisioni, 6 stami; frutto con un seme lucente, bruno. Odore aromatico, canforato.

Habitat del Chenopodio

Europa mediterranea, zone sabbiose, macerie luoghi sassosi; fono a 300 m.

Altre piante nella famiglia delle Chenopodiacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Vomito

Cosa fare in caso di malessere? Ecco i rimedi naturali.  

Dolore

Dolore acuto o cronico? Qual'è la causa e quali sono i rimedi.  

Nefrite

Infiammazione del rene? Scopri il potere della zucca.  

Colorito

Colorito spento? Scopri come ridare luce e vigore alla pelle.  

Gravidanza

Gravidanza: alimentazione, cure e rimedi naturali.  

Astenia

Cos'è? Qual'è la causa? I trattamenti naturali e i nostri consigli