Cure e rimedi naturali con il Caprifoglio

Cure e rimedi naturali con il Caprifoglio

Proprietà naturali del Caprifoglio

antisettico, astringente, detergetne, diuretico, suderifero

Parti utilizzate del Caprifoglio

foglie, fiori (giugno-luglio) essiccare all'ombra.

Elementi estratti dalla pianta del Caprifoglio

acido salicilico, mucillagine, essenza, glucoside

Cure e rimedi con la pianta del Caprifoglio

Descrizione della pianta del Caprifoglio

I Greci chiamavano questa pianta periclymenon dal vocabolo perikleio, io mi attacco, per la sua caratteristicha di pianta rampicante. Può vivere fino a 40 anni attaccandosi solidamente, con i suoi fusti flessibili che possono raggiungere fino a 5-6 metri, alle piante ad alto fusto danneggiandole. Appartiene alla stessa famiglia del sambuco e del viburno. 
Cresce ai margini dei boschi e le siepi di mezza montagna. Fiorisce a giugno e il suo profumo riempie l'aria nei dintorni.
Gli antichi Egizi, i Greci e i Romani ne adoperavano la corteccia, ma tutto decadde nel Medioevo. Oggi si consiglia di utlizzare le foglie e i fiori essiccati per le loro proprietà antisettiche e diuretiche.
Il caprifoglio si può sostituire, nei suoi svariati impieghi, con un altro caprifoglio, spontaneo nei nostri boschi, Lonicera caprifolium L., anch'esso profumatissimo e che fiorisce già in primavera.

Nomi comuni del Caprifoglio

Madreselva, Matrisilva, Brassabosch, Seresetta, Ciuciabech, Abbracciabosco

Nome scientifico del Caprifoglio

Lonicera periclymenum L.

Galleria immagini del Caprifoglio

Il botanico che ha classificato il Caprifoglio

Classificazione del Caprifoglio

Riconoscere la pianta del Caprifoglio

da 1 a 5 m. arbusto, fusto volubile; giovani rami pubescenti all'estremità superiore; foglie opposte, con corti piccioli, quelle superiori sessili, caduche, ovali, più pallide sotto; fiori avorio, tinteggiati di rosso (giugno-settembre), sessili, raggruppati in una sommità terminale peduncolata, calice corto a 5 denti, corolla a tubo allungato, parte superiore allargata bilabiata, labbro superiore a 4 lobi corti, quello inferiore, 5 stami; bacca rossa, ovoidale, con più semi; radice dotata di gemme avventizie. Odore gradevole.

Habitat del Caprifoglio

nei terreni argillosi, lungo le siepi, ai margini dei boschi, un po' ovunque nella nostra Penisola; fino a 1.000 m.

Altre piante nella famiglia delle Caprifoliacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Cuperosi

Pelle sensibile? Attenzione alla cuperosi. Ecco cosa fare.  

Nevralgie

Cataplasmi, suffumigi, olio di camomilla e tanti altri rimedi naturali  

Urina

Ecco i consigli per le infezioni dell'apparato urinario.  

Pelle

Prenditi cura della tua pelle con maschere, lozioni, infusi  

Convulsioni

Convulsioni in adulti e bambini: cosa fare?  

Angoscia

Un valido aiuto dalle piante medicinali per superare paura e ansia..