Cure e rimedi naturali con la Gramigna

Gramigna
© Photo by James K. Lindsey

Proprietà naturali della Gramigna

depurativo, diuretico, emolliente.

Parti utilizzate della Gramigna

succo della pianta intera, rizoma (marzo-aprile o settembre-ottobre); lavare, essiccare al sole, di breve conservazione.

Elementi estratti dalla pianta della Gramigna

sali minerali, olio essenziale, un polisaccaride mucillaginoso.

Cure e rimedi con la pianta della Gramigna

Descrizione della pianta della Gramigna

La gramigna è una pianta infestante, bandita dai giardinieri e molto considerata invece, da coloro che credono nei semplici e non la distruggono, anzi ne traggono vantaggio dall'abbondanza e dalla vitalità di questa pianta.
Assomiglia vagamente al frumento e, infatti, il nome del genere deriva dal vocabolo greco agropyron, grano dei campi. Le due specie di gramigna, dotate di principi attivi simili, l'Agropyrum repens P.Beauv. e il Cynodon dactylon Pers., venivano spesso confuse nell'antichità dagli studiosi. Tutte e due piante molto utili, amate da cani e gatti, vengono mescolate con i mangimi per i cavalli, in quanto, dopo pochi giorni, rendono lucente il loro mantello. 
Il rizoma serve come base per diversi preparati: gelatina, pane, zucchero, alcol, birra casalinga di poco costo. I fitoterapisti la usano come diuretico e depurativo. La tisana preparata con il rizoma schiacciato è migliore se preparata in due tempi: far bollire una prima volta, gettare l'acqua amara e preparare un altro decotto.

Nomi comuni della Gramigna

Grano delle formiche, Falsa gramigna, Dente canino, Gramegna, Gramun, Falasca, Erva di cani, Cannajone, Grame, Cortelina, Mulaccia

Nome scientifico della Gramigna

Agropyrum repens P.Beauv.

Galleria immagini della Gramigna

Il botanico che ha classificato la Gramigna

Classificazione della Gramigna

Riconoscere la pianta della Gramigna

da 40 cm a 1,20 m. perenne, fusto eretto, ruvido, glabro; foglie dal verde vivo al verde bluastro, strette, piatte, nervate, ricoperte di corti peli sulla pagina superiore; lunghe spighe verde glauco, formate da spighette sessili imbricate a 2 ranghi l'uno di fronte all'altro sull'asse; fiori verdi (giugno-settembre), da 4 a 6 per spighetta, ciascuna racchiusa nell'insieme di 2 glume a 5-7 nervature e di 2 glumelle, 3 stami; cariosside oblunga a cima villosa, indeiscente; lungo rizoma strisciante, bianco giallastro, coriaceo, munito ai nodi di radichette. Sapore dolciastro.

Habitat della Gramigna

in tutti i terreni fino a 2.000 m.

Altre piante nella famiglia delle Graminacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Erpete

Cos'è l'erpete? Cause, sintomi e rimedi naturali per curarla.  

Ittero

Dopo una consultazione medica, i rimedi con le piante medicinali.  

Sterilità

Individuarne le cause e contrastarle con le piante medicinali.  

Distorsioni

Cosa fare in caso di distorsione. Ecco i rimedi naturali  

Gengive

Infiammazioni, sanguinamento, recensione gengivale, ecco cosa fare.  

Blefarite

I nostri consigli per alleviare l'infiammazione cronica della palpebra