Cure e rimedi naturali con il Maggiociondolo

Maggiociondolo

Proprietà naturali del Maggiociondolo

colagogo, purgativo.

Parti utilizzate del Maggiociondolo

foglie della pianta adulta, essiccate.

Elementi estratti dalla pianta del Maggiociondolo

alcaloidi, sali minerali.

Descrizione della pianta del Maggiociondolo

Pecore e capre si cibano sempre di questa pianta, tanti altri, come i cavalli, non si avvicinano neppure: per loro è un veleno. Anche per gli uomini la corteccia, i fiori e i semi del maggiociondolo sono molto pericolosi. Bisogna quindi essere prudenti poichè questa pianta non è solo diffusa allo stato spontaneo ma è anche coltivata nei giardini per la bellezza e il profumo. I fiori possono essere confusi facilmente con quelli della ginestra è quindi opportuno prestare molta attenzione soprattutto in presenza di bambini. Infitoterapia si usano le foglie essiccate, sempre con molta attenzione, per la loro azione sulla vescichetta biliare. I medici omoeopatici ne prescrivono, in acluni stati depressivi, una tintura a base di fiori e foglie fresche.

Attenzione!

da adoperare con prudenza; tutte le sue arti sono velenose, specialmente i semi, la corteccia e la radice.

Nomi comuni del Maggiociondolo

Lamborno, Maggio, Avorniello, Anagiri, Avorno, Eghero

Nome scientifico del Maggiociondolo

Laburnum anagyroides Medik.

Galleria immagini del Maggiociondolo

Il botanico che ha classificato il Maggiociondolo

Classificazione del Maggiociondolo

Riconoscere la pianta del Maggiociondolo

da 3 a 10 m. arbusto, corteccia liscia, grigio-verde, legno chiaro che scurisce con l'età; rami arrotondati, pendenti; foglie alterne, a 3 foglioline picciolate, ovali, appuntite, verde scuro sopra, verde glauco e pelose sotto; fiori giallo oro (aprile-giugno), in grappoli penduli, calice a campana e a 5 denti ineguali, corolla papilionacea a petalo superiore eretto, 2 petali inferiori saldati, ricurvi a becco, 2 petali laterali lunghi, 10 stami saldati alla base dal loro filetto; legume bruno (5-6 cm), con margine superiore spesso contentente da 2 a 7 semi bruno scuro. Odore gradvole; sapore zuccherino.

Habitat del Maggiociondolo

molto diffusa in Italia, di preferenza nei terreni calcarei; fino a 1.800-2.00 m.

Altre piante nella famiglia delle Papilionacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Astenia

Cos'è? Qual'è la causa? I trattamenti naturali e i nostri consigli  

Cuore

Le piante possono aiutare il cuore. Scopri come.  

Foruncoli

Problemi di foruncoli? Leggi i nostri consigli e rimedi naturali  

Leucorrea

Cosa fare in caso di perdite bianche? I consigli utili dalla natura.  

Impetigine

Come curare l'impetigine con i consigli e i rimedi naturali.  

Dermatosi squamosa

Quali sono le cause e cosa fare in caso di dermatosi squamosa.