Cure e rimedi naturali con il Condros

Condros
© Photo by Emőke Dénes

Proprietà naturali del Condros

bechico, emolliente, espettorante, lassativo.

Parti utilizzate del Condros

tallo (estate); essiccare al sole.

Elementi estratti dalla pianta del Condros

mucillagine, sali minerali, aminoacidi, iodio, provitamina D.

Cure e rimedi con la pianta del Condros

Descrizione della pianta del Condros

Questa alga cespugliosa, di color vinaccia o brunastro, la si trova in abbondanza nella cittadina di Carragheen, dal suo nome volgare, sulle coste meridionali d'Irlanda durante la bassa marea.
Il condros è molto ramificato e suddiviso in segmenti piatti, lineari e in lacinie crespate. Le sue fronde misurano dai 10 ai 20 cm. Quest'alga è estremamente polimorfa sia per la forma sia per il colore. Il nome scientifico Chondrus, dal greco chondros, cartilagine, rispecchia la consistenza cartilaginea del tallo
Le alghe rosse contengono clorofilla e come i vegetali superiori, non appaiono verdi perchè in cellule particolari, i cromatòfori, è presente un pigmento, il quale, secondo l'intensità e la concentrazione della luce, modifica il colore dal rosso vivo al bruno scuro. Nelle giornate umide estive, queste alghe vengono raccolte con rastrelli e caricate sui battelli per poi essere lavate in acqua di mare e fatte essiccare al sole per 24 ore; questa operazione viene ripetuta 3 volte, dopodichè sono pronte per l'utilizzo. Le alghe perdono il loro bel colore e diventano grigiastre e traslucide. Il condros, come molte alghe, contiene una sostanza mucillaginosa che viene utilizzata dall'industria alimentare per preparare cioccolato al latte e creme.

Attenzione!

non consumare contemporaneamente piante contenenti tannino.

Nomi comuni del Condros

Carragene, Lichene marino, Musco marino, Carragheen, Muschio d'Irlanda

Nome scientifico del Condros

Chondrus crispus Lyngb.

Galleria immagini del Condros

Il botanico che ha classificato il Condros

Classificazione del Condros

Riconoscere la pianta del Condros

da 10 a 20 cm. tallo omogeneo, appiatito, porpora; callo basilare; fronde a ventaglio, erette, ramificate; ramificazioni dicotomiche lobate, a bordi crespati, senza nervatura; lobo bifido; cistocarpi sulla lamina inferiore e tetrasporangi sulla superficie del tallo, collocati entro protuberanze ovoidali.

Habitat del Condros

coste della Manica e dell'Atlantico.

Cure e rimedi naturali con le erbe

Scorbuto

Cibi benefici, succhi e infusi con le piante medicinali.  

Magrezza

Magrezza: fatti aiutare dai nostri consigli e dai rimedi naturali.  

Unghie

I segreti per avere unghie belle e sane naturalmente.  

Impotenza

Come curare l'impotenza con l'aiuto di cibi benefici, infusi e vini.  

Palpitazioni

Fastidiose, dolorose, provocano ansia: l'utilità delle piante sedative  

Macchie cutanee

Attenuare le macchie cutanee si può: segui i nostri consigli.