Cure e rimedi naturali con il Pino marittimo

Cure e rimedi naturali con il Pino marittimo

Proprietà naturali del Pino marittimo

antisettico, balsamico, diuretico, espettorante, rubefacente.

Parti utilizzate del Pino marittimo

aghi (tutto l'anno), gemme (prima che si schiudano), linfa, legno; essiccare su graticci per 1-2 mesi o in forno tiepido.

Elementi estratti dalla pianta del Pino marittimo

olio essenziale, resina, glucosidi, viamina C.

Descrizione della pianta del Pino marittimo

Il Pino marittimo fa parte della famiglia delle Abietacee, alla quale appartengono anche gli abeti, i larici e le picee e il genere Pinus è quello che, in Europa, ha il maggior numero di specie. Soltanto il pino marittimo e quello silvestre posseggono proprietà medicinali. Il pino marittimo che vive nelle regioni litoranee del Mediterraneo occidentale, si adatta a terreni magri, però esige luminosità e calore. E' di facile diffusione perchè i suoi semi hanno una durata di germinabilità fino a 5 anni. Cresce assieme ad altre conifere e latifoglie, con il pino domestico e silvestre, e con le querce; ottimale è la consociazione con le piante di leccio.  
Dai pini marittimi si ricava la trementina, un'oleoresina localizzata nei canali secretori del legno. Con le gemme, fresche o essiccate, si preparano infusioni, sciroppi, pastiglie contro le bronchiti e bagni rilassanti.

Nomi comuni del Pino marittimo

Pinastro, Pino chiappino, Pinèla, Pin negru, Pin giancu, Pignolo

Nome scientifico del Pino marittimo

Pinus pinaster Sol.

Galleria immagini del Pino marittimo

Il botanico che ha classificato il Pino marittimo

Classificazione del Pino marittimo

Riconoscere la pianta del Pino marittimo

da 30 a 40 m. albero, tronco diritto, slanciato con chioma allargata, corteccia grigio-bruna, spessa, srepolata; foglie aghiformi, rigide, verde-biancastre, lunghe circa 20 cm, appaiate, un poco ritorte su sé stesse, racchiuse alla base in una guaina membranosa; amenti (aprile-maggio), monoici, quelli maschili giallastri, con stami in squame, in spighe dense, quelli femminili a squame rossastre o violacee, che racchiudono ciascuna 2 ovuli; cono bruno-rossiccio, lucido, lungo da 12 a 18 cm, scudi di scaglie piramidali; seme grosso, ovoidale, con un'ala 4-5 volte più lunga del seme. Odore forte; sapore aromatico, amaro.

Habitat del Pino marittimo

lungo le coste centro-meridionali della Penisola; fino a 1.600 m.

Altre piante nella famiglia delle Abietacee

Cure e rimedi naturali con le erbe

Laringite

Dalla natura le erbe medicinali per curare questo disturbo.  

Dermatosi squamosa

Quali sono le cause e cosa fare in caso di dermatosi squamosa.  

Scottature

Scopri come difendersi dalle scottature con i nostri consigli.  

Acufene

Acufene. scopri come curare quel fastidioso fischio all'orecchio  

Lombaggine

Dolori lombari, scopri come attenuarli con cataplasmi e decotti.  

Convulsioni

Convulsioni in adulti e bambini: cosa fare?